- Clicca per vedere l'immagine a grandezza originale

Home Page della Radio Vaticana Le gallerie fotografiche della Radio Vaticana Le gallerie fotografiche della Radio Vaticana

IL CAMMINO DI PIETRO: Catacombe

il cammino di pietro-catacombe-basilica romana di santa sabina: mosaico delle due chiese
La Basilica romana di Santa Sabina esprime bene la specificità cristiana fondata sull’insegnamento degli Apostoli e della vita della Chiesa primitiva.

Questo mosaico delle due Chiese – la prima, d’ispirazione prevalentemente petrina, proveniente dalla Circoncisione (cfr. Col 4,10-11), cioè dai giudei della terra d’Israele, gli originari discepoli credenti in Gesù (Ef 1,3-12), e l’altra, prevalentemente paolina, e dunque parimenti giudaica, ma proveniente dalla Diaspora ebraica dei giudei dispersi tra i gentili delle nazioni (Ef 1, 13-14), ai quali si aggiunsero (prostitêmi: At 2,41.47; 5.14; 11,24) in folla tanti uomini e donne provenienti dal paganesimo – testimonia che a Roma, nel secolo V, si era ancora ben consapevoli che l’unico popolo del Signore risulta dall’abbattimento del muro di separazione tra Israele e le genti, operato dal sangue del Messia Gesù, il quale ha così riconciliato i due con Dio in un solo corpo per mezzo della Croce, annunciando la Pace a coloro che erano vicini e a coloro che erano lontani (cfr. Ef 2,11-22).

Questo vuol dire che la fede cristiana, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, origine e compimento della fede (Eb 12,2), non solamente continua a leggere la Bibbia ebraica (il TaNa”CH d’Israele) insieme Nuovo Testamento, ma vede la prima sfociare in continuità perfetta nel secondo, e riconosce nel secondo l’acqua purissima proveniente dalla sorgente del primo.

Ogni tentativo, aperto o subdolo, di “sostituire” Roma a Gerusalemme, la Chiesa cristiana ad Israele, il Nuovo all’Antico Testamento, oscurando o eliminando quest’ultimo, è responsabile della corrente eretica “marcionita” che ha avvelenato per secoli la fede e la prassi dei cristiani, sia cattolici che protestanti o ortodossi, non tenendo conto, tra l’altro, che “la nuova Alleanza” è nata e cresciuta nella coscienza d’Israele nel tempo del Primo Testamento, fin dal tempo e della profezia di Geremia, tra l’inizio e la fine dell’esilio babilonese, nel secolo VI a.C. (cfr. Ger 31,31-34; Ez 11, 14-21; 36, 24-38; 37,15-28; Is 40-55, ecc.). Il superamento deciso di una tale economia sostitutoria si è proposto nel magistero di Papa Giovanni Paolo II, ma esso è ancora in corso alla base delle Chiese cristiane. La Chiesa cattedrale di Roma (Basilica Lateranense) può certo presentarsi come omnium Urbis et orbis ecclesiarum Caput, ma non come loro Mater, come si legge ancora sulla targa di ispirazione “costantitiana” della sua facciata.


Basilica romana di Santa Sabina: mosaico delle due Chiese

1/6

Clicca sulla foto per vederla a tutto schermo


IL CAMMINO DI PIETRO - La Radio Vaticana ringrazia tutte le persone che hanno collaborato, e in particolare Giuliano Savina per la parte fotografica