HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-05-02 11:55:17
A+ A- Stampa articolo



Benedetto XVI rientra nel pomeriggio in Vaticano, ad attenderlo Papa Francesco



Benedetto XVI torna oggi in Vaticano dopo il soggiorno di due mesi a Castel Gandolfo. Il Papa emerito dimorerà nel convento "Mater Ecclesiae", recentemente ristrutturato, come ha ricordato nei giorni scorsi padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa Vaticana, che sulla salute di Benedetto XVI aveva precisato: “è un uomo anziano, indebolito dall'età, ma non ha nessuna malattia”. Ce ne parla Benedetta Capelli:RealAudioMP3

E’ il giorno del rientro in Vaticano per Benedetto XVI. Nel pomeriggio di oggi, intorno alle 16.30, il Papa emerito partirà in elicottero dal Palazzo apostolico di Castel Gandolfo dove ha risieduto negli ultimi due mesi. Da questo pomeriggio, dunque, abiterà nel monastero “Mater Ecclesiae”, ristrutturato dal novembre 2012. Con lui risiederanno il suo segretario, il prefetto della Casa Pontificia, mons. Georg Gaenswein, e le quattro "memores Domini" che lo hanno accompagnato in questi anni. Sarà Papa Francesco ad accoglierlo intorno alle 16.50 nel monastero voluto oltre vent’anni fa da Giovanni Paolo II e che ha ospitato, in questo arco di tempo, quattro tra i più noti ordini claustrali: clarisse, carmelitane scalze, benedettine ed infine le visitandine.

Il 28 febbraio scorso, giorno dell’inizio della Sede vacante, Benedetto XVI aveva salutato i tanti fedeli che lo avevano accolto a Castel Gandolfo definendosi “un semplice pellegrino”, giunto all’ultima tappa della sua esistenza, ma sempre vicino alla Chiesa con il cuore, l’amore e la preghiera. Preghiere assicurate anche al nuovo Pontefice – Papa Francesco – che ha incontrato il 23 marzo scorso sempre a Castel Gandolfo. Un incontro storico tra “fratelli”, segnato dall’affetto, un momento di profondissima comunione. In questo tempo non sono mancati i colloqui telefonici come in occasione – il 16 aprile – del compleanno di Benedetto XVI. Papa Francesco gli ha rivolto gli auguri, mentre in mattinata, nella cappellina di Santa Marta, aveva offerto la messa per il Papa emerito “perché il Signore sia con lui – aveva detto – lo conforti e gli dia molta consolazione”. Tre giorni più tardi, una nuova chiamata, nella Solennità di San Giuseppe, giorno dell’onomastico di Joseph Ratzinger.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá