HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Giustizia e Pace > notizia del 2013-05-15 12:18:46
A+ A- Stampa articolo



India: in Orissa ancora persecuzioni contro le famiglie convertite al cristianesimo



Perseguitati perché convertiti. Mohan Soren del villaggio di Dengabahali, e Rabi Narayan Marandi, del villaggio di Bhalu Tanggaro, entrambi nel distretto di Dhenkanal, nello stato di Orissa sono due cittadini indiani che si sono convertiti liberamente al cristianesimo, insieme con le loro rispettive famiglie, a febbraio 2013. Come riferiscono all'agenzia Fides fonti locali, entrambe le famiglie hanno dunque smesso di partecipare ai riti “puja” del loro villaggio (i riti tradizionali indù di omaggio e offerta alle divinità) e hanno smesso di dare il loro contributo al tempio. Per questo gli abitanti dei villaggi, adirati, hanno avviato ritorsioni per emarginarle e punirle. Nei giorni scorsi, una folla inferocita è entrata in casa di Monah Soren, derubandolo di tutto e saccheggiando l’abitazione. Rabi Narayan Marandi è stato invece percosso e la folla ha intimato a entrambe le famiglie di lasciare immediatamente i villaggi. Impauriti, i cristiani sono fuggiti e hanno trovato provvisoria ospitalità in alcune famiglie di villaggi vicini. Nei giorni successivi i cristiani hanno informato la polizia locale dell’accaduto, ma la polizia non ha intrapreso alcuna azione. Le due famiglie temono ulteriori attacchi. Le comunità cristiane locali stanno mostrando loro solidarietà con aiuti concreti e con la preghiera. (R.P.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá