HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-05-16 13:55:58
A+ A- Stampa articolo



Cile: il vescovo di Rancagua sui candidati alle prossime elezioni



"Oggi il Paese possiede una formazione che anni fa non aveva, i social network hanno provocato un’enorme trasformazione culturale, e quelli che desiderano governare il Paese devono tener conto di questo” così si è espresso mons. Alejandro Goic Karmelic, vescovo di Rancagua e vicepresidente della Conferenza episcopale del Cile, a proposito delle prossime elezioni presidenziali. “I candidati - ha aggiunto mons. Goic Karmelic - devono anche presentare un progetto nazionale che riesca ad entusiasmare la stragrande maggioranza dei cileni". Mons. Goic Karmelic, ha parlato a lungo con i giornalisti nel contesto delle celebrazioni dei 50 anni della parrocchia della Madonna di Fatima a Punta Arenas (Sud del Cile) e dove è stato parroco 44 anni fa. Nella nota inviata all'agenzia Fides, egli ha osservato inoltre che nella prossima campagna politica, il cosiddetto "stipendio etico" deve essere un altro problema da discutere, “perché ciò che manca in Cile è una più equa distribuzione del reddito. Gli specialisti e gli studi lo dicono: questo è uno dei Paesi più diseguali della terra perché ci sono pochi che guadagnano tanto e molti che guadagnano poco, così come possiamo rendere una società più equa?, ha sottolineato il vescovo di Rancagua. "Dobbiamo metterci al posto dei poveri e pensare che un lavoratore con una famiglia di 4 o 5 figli, come farà a vivere con quello che oggi si chiama salario minimo?", ha concluso mons. Goic Karmelic. Le elezioni presidenziali in Cile si terranno il 17 novembre di questo anno, ma già è iniziata la scelta dei candidati da parte dei partiti. (R.P.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá