HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Scienza ed Etica > notizia del 2013-05-17 07:13:22
A+ A- Stampa articolo



Usa: no dei vescovi ad ogni forma di clonazione umana dopo l’esperimento dell’Oregon



“Una notizia molto inquietante da diversi punti di vista”. Questo il giudizio dei vescovi americani sull’esperimento con cui un gruppo di scienziati dell’Università dell’Oregon è riuscito a clonare cellule embrionali umane, partendo da cellule della pelle. “Un progresso tecnico nella clonazione di esseri umani non è un progresso per l’umanità, ma il suo esatto contrario", afferma in una nota il card. Sean O’Malley, Presidente della Commissione per le attività pro-vita della Conferenza episcopale degli Stati Uniti. Secondo i vescovi, a dispetto del grande interesse con cui è stata accolta la notizia, la sperimentazione pubblicata su 'Cell' presenta diverse zone d’ombra sul piano etico. Per la realizzazione dell’esperimento sono stati infatti creati e distrutti più di 120 embrioni umani, sottoponendo diverse donne a pesanti trattamenti che hanno messo a repentaglio la loro fertilità. “Creare nuove vite umane in laboratorio al solo scopo di distruggerle – rileva la nota del card. O’Malley - è un abuso denunciato anche da chi non condivide le convinzioni della Chiesa sulla vita umana”. Inoltre questa tecnica apre la strada anche a chi vuole clonare bambini. “Indipendentemente dallo scopo perseguito – ribadisce quindi in conclusione la nota – la clonazione tratta l’essere umano come un prodotto di consumo di massa al servizio della volontà di altre persone e questo è in contrasto con il dovere morale di trattare ogni membro della famiglia umana come un dono unico dI Dio e come una persona con una sua intrinseca dignità”. (A cura di Lisa Zengarini)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá