HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Giustizia e Pace > notizia del 2013-05-23 14:01:35
A+ A- Stampa articolo



Londra, soldato ucciso. Mons. Nichols: serve unità delle comunità di fede



Un giovane militare britannico di 25 anni di Manchester. Questa l’identità della vittima del brutale attacco, compiuto ieri a Londra da due terroristi già noti ai servizi segreti. Le autorità hanno riferito che uno dei due killer è nato e cresciuto nella capitale, benché di origine nigeriana. Per il premier Cameron non si tratta solo di un attacco alla Gran Bretagna ma di un tradimento per l’islam stesso. L’organizzazione delle comunità islamiche ha condannato l’attentato. E questa sera un uomo e una donna di 29 anni sono stati arrestati dalla polizia nel sud di Londra perchè sospettati di concorso in omicidio in riferimento alla drammatica vicenda di ieri. “Mentre gli estremisti cercano di seminare divisioni nelle nostre strade, le comunità di fede londinesi rimangono unite in questo difficilissimo momento”. Con queste parole il Primate cattolico, mons. Vincent Nichols, commenta all'agenzia Sir l’uccisione di un soldato nel quartiere di Woolwich, sud est di Londra, da parte di due uomini che avrebbero gridato slogan islamici. Il presidente della Conferenza episcopale cattolica di Inghilterra e Galles ha anche dato il sostegno a un comunicato pubblicato dal “Faiths Forum for London”, associazione per la promozione del dialogo interreligioso nella quale si ritrovano rappresentanti delle nove comunità religiose londinesi, delle autorità locali, del mondo degli affari e di quello accademico. “Come rappresentanti di molte delle religioni presenti a Londra deploriamo il terribile attacco di Woolwich”, si legge nel comunicato firmato da rappresentanti della Chiesa cattolica, di quella anglicana, delle comunità musulmane, sikh, indù e ebree e della Chiesa battista. “Tutte le nostre religioni esaltano la santità della vita umana e nessuna ingiustizia può giustificare un assalto così barbarico che è costato a un giovane uomo la vita. Il terrorismo non ha posto nelle nostre strade”. Lanciato nel 2010, il Forum punta a migliorare i rapporti tra le diverse tradizioni religiose con incontri e momenti di preghiera soprattutto in occasione di episodi di estremismo. (R.P.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá