HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-06-13 13:05:41
A+ A- Stampa articolo



Regno Unito. Il card. Tauran: la compassione valore condiviso da cristianesimo ed induismo



“L’induismo ed il cristianesimo hanno un tesoro di valori condivisi tra i quali la compassione può essere uno dei più importanti”: è quanto ha detto il card. Jean-Louis Tauran, visitando stamani il primo tempio tradizionale Hindu d’Europa, il Baps Shri Swaminarayan Mandir che sorge a Neasden, a nord di Londra. Da ieri, e fino a domenica prossima, infatti, il presidente del Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso si trova nel Regno Unito in visita ufficiale con l’obiettivo di “affermare e rafforzare le buone relazioni interreligiose in questo Paese” e “dimostrare che l’amicizia tra le religioni è di per sé un presupposto per la costruzione della pace”, come disse Benedetto XVI nel suo discorso alla Curia del Natale 2012. In particolare, l’incontro di stamani si è concentrato sul tema “Cattolici e hindu: la pratica della compassione come contributo alla pace”. “In un momento di crisi sociale ed economica come quello che stiamo attualmente vivendo – ha ribadito il card. Tauran – pensare al concetto di compassione ha una rinnovata importanza”, perché bisogna “riscoprire la rilevanza della compassione nella vita personale e collettiva come mezzo per la conservazione e la promozione della pace”. Quindi, il porporato ha ricordato che “la compassione, quando si trasforma in un interessamento attivo per la sofferenza degli altri, potrebbe essere definita misericordia”, ovvero “l'idea più rappresentativa della percezione cristiana”, tanto da essere spesso richiamata da Papa Francesco nei suoi discorsi. Nelle parole del presidente del dicastero vaticano, poi, non è mancato un ricordo del Mahatma Gandhi: “La compassione – ha detto – trova la sua naturale espressione nella pratica della non-violenza, da cui Ghandi ha tratto ispirazione per la sua vita”. Tuttavia, ha aggiunto il card. Tauran, “la pace può significare qualcosa di più della pratica della non violenza; in ogni caso, si può giustamente dire che la pratica della non-violenza che si fonda su un vero e proprio senso di compassione, è un potente mezzo per garantire la pace nel nostro mondo così conflittuale”. Infine, il porporato ha messo in risalto come il dialogo interreligioso debba servire alla conoscenza ed al rispetto reciproco delle diverse tradizioni religiose, così da “creare per tutti le condizioni di vivere in pace e in libertà”. Dopo l’incontro di stamani, nel tardo pomeriggio di oggi il card. Tauran interverrà ad un evento interreligioso nella Westeminster Cathedral Hall, alla presenza – tra gli altri – del Nunzio apostolico nel Regno Unito, l’arcivescovo Antonio Mennini. (A cura di Isabella Piro)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá