Logo Radio Vaticana Radio Vaticanawww.radiovaticana.va
One-O-Five live

RSS PODCASTRSS TEXT
Come AscoltareCome Ascoltare
Chi Siamo


Home > notizia del 2013-06-15 12:58:18
A+ A- Drucken Share on Facebook Tweet this Follow us on Twitter



Lavoro in Ue. Bruni, "Non aspettiamoci troppo dall'Europa"




di Luigino Bruni, docente di Economia Poltica all'Università Lumsa (Roma)
RealAudioMP3
Al di là delle dichiarazioni programmatiche sul lavoro come priorità assoluta da rilanciare in Ue, ciò che serve davvero è una riforma fiscale, perché finché le piccole e medie imprese sono tassate il 50% in più di chi percepisce rendite, è ovvio che si soffre molto. Penso all'Imu sui capannoni industriali, per esempio. Noi dobbiamo reinventarci il nuovo lavoro sostenibile, non con i fondi europei di breve periodo. Bisogna ripartire dalle scuole, portando là dentro il lavoro, anche quello manuale.
All'indomani del summit a Roma dei ministri di Economia e Lavoro di Italia, Francia, Germania e Spagna, il commento alla conferma da parte del governo italiano di presentare, prima del vertice europeo di fine giugno, un piano nazionale di contrasto alla disoccupazione, con particolare attenzione a quella giovanile. "Il nostro problema del lavoro è strutturale, serio, profondo, culturale. E non dimentichiamoci - chiarisce Bruni - che L'Europa non è uguale. E' il Sud Europa a soffrire davvero". (a cura di Antonella Palermo)