HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-06-20 13:01:24
A+ A- Stampa articolo



Momentanea chiusura del Santuario di Lourdes a causa del maltempo. Due vittime nel sud-ovest della Francia



Gravissima l’ondata di maltempo che sta interessando il sud-ovest della Francia. Già due le vittime delle inondazioni. Le alluvioni hanno colpito in modo particolare anche il Santuario della Madonna di Lourdes, che è stato chiuso temporaneamente. Bloccati in via precauzionale i viaggi devozionali che giornalmente portano migliaia di pellegrini di tutto il mondo a pregare nella Grotta di Massabielle, laddove nel 1858 l’Immacolata apparve a Bernadette Soubirous. Giancarlo La Vella ha intervistato padre Nicola Ventriglia, cappellano coordinatore dei fedeli di lingua italiana:RealAudioMP3

R. - Non è solo un'alluvione, ma una vera catastrofe! La situazione è molto più grave dell’alluvione di ottobre scorso, perché ad ottobre abbiamo dovuto chiudere solo la Grotta; adesso invece è inagibile tutto il Santuario, perché l'acqua ha allagato la Grotta e questa volta non fino all’altare, ma ha coperto tutta la sacrestia, arrivando a lambire i piedi della statua della Madonna. Stiamo ora cercando di capire, perché oggi è cominciato ad uscire un po’ di sole, che cosa sia successo realmente.

D. - Si sta programmando qualche intervento per tornare quanto prima alla normalità?

R. - Stamattina abbiamo avuto una riunione con il vescovo e il rettore: la domanda che ci si è posta riguarda non solo se apriremo, ma addirittura se apriremo entro quest’anno. Per adesso noi invitiamo i pellegrini e le organizzazioni a sospendere - momentaneamente - l’arrivo a Lourdes. Noi vorremmo poter almeno riaprire la Grotta entro la settimana prossima. Nel resto... non è permesso ancora entrare.

D. - Come si sta manifestando la vicinanza dei tanti fedeli di tutto il mondo ad un luogo così caro alla devozione mariana?

R. - Stanno giungendo veramente tantissime telefonate, segni di amicizia, di stima… Tanta gente realmente ci assicura la preghiera, ci assicura la solidarietà. Oltre ad essere commossa e a esprimere vicinanza al santuario, si sta prodigando già per cercare di aiutarci, nonostante la crisi. Moltissimi si sono già messi in moto per contribuire, perché i danni sono veramente tanti.

D. - Una situazione che chiaramente non pone in secondo piano la devozione verso l’Immacolata...

R. - Assolutamente! Anzi è ancora motivo maggiore di venerazione, perché ci fa capire e ci fa toccare con mano la fede e l’attaccamento della gente, di tanti pellegrini da tutto il mondo per questo luogo mariano. Stamattina di fronte alla Grotta ho trovato, nel fango, una statuetta della Madonna, tutta sporca, ma intatta. Ci siamo detti che questo ci sembra un segno della Madonna, come per dire: "Presto ritorneremo alla normalità". E quello che chiediamo alla Madonna, ma chiediamo anche a tutti gli amici, che sono legati a questo Santuario, di pregare, affinché questo avvenga presto. Abbiamo bisogno di questo luogo di preghiera, di questo luogo che ci ridà quella presenza di Maria, di cui abbiamo tanto bisogno.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá