HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-06-23 14:34:08
A+ A- Stampa articolo



Il Papa all'Associazione Santi Pietro e Paolo: carità e magnanimità sono le virtù del cristiano



Carità e magnanimità: questi i segni distintivi del cristiano ricordati da Papa Francesco ieri mattina, durante l’incontro con i membri dell’Associazione Santi Pietro e Paolo, ricevuti in udienza in Vaticano poco prima dell’Angelus. Il Santo Padre si è poi congratulato per i 22 nuovi soci dell’Associazione che ieri hanno fatto la loro promessa. Il servizio di Isabella Piro:RealAudioMP3

“Grazie”: è la prima parola che il Papa rivolge all’Associazione Santi Pietro e Paolo che sin dal 1971 si dedica a diverse iniziative di volontariato, portando avanti il proprio apostolato con attività caritative e culturali. Un impegno che il Pontefice sottolinea così:

“Soprattutto la carità, l’attenzione concreta verso gli altri, verso i più poveri, deboli e bisognosi è un segno distintivo del cristiano. (…) Crescere nella conoscenza e nell’amore a Dio è essenziale per portare e per vivere la sua misericordia a tutti, vedendo nel volto di chi incontriamo il suo Volto”.

Di qui, l’esortazione di Papa Francesco a conoscere sempre più il Signore “con la preghiera, con la meditazione sulla Parola, con lo studio del Catechismo”, con un unico obiettivo:

“Dare una particolare testimonianza di vita cristiana, servendo la Chiesa e i fratelli senza chiedere nulla in cambio. Questo è bello: servire senza chiedere nulla in cambio, come ha fatto Gesù. Gesù ci ha servito tutti e non ha chiesto nulla in cambio. Quello è bello: Gesù ha fatto le cose con gratuità e voi fate le cose con gratuità. La vostra ricompensa è proprio questa: la gioia di servire il Signore, e di farlo insieme!”

E servire il Signore, sottolinea il Pontefice, va fatto “con cuore generoso e grande, con magnanimità”:

"Questa bella virtù cristiana: la magnanimità, avere un cuore grande, allargare il cuore, sempre sì, con pazienza, allargare, amare tutti, e non quel cuore piccolino, quelle piccolezze, quelle piccolezze che ci fanno tanto male. Magnanimità".

In questo modo, dice Papa Francesco, la testimonianza del cristiano “sarà più convincente ed efficace” ed il servizio “sarà migliore e più gioioso”. Infine, il Santo Padre invita a pregare anche per coloro ci fanno del male, per chi ci fa arrabbiare, affinché la benedizione di Dio arrivi anche a loro.

Ultimo aggiornamento: 24 giugno




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá