HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-06-27 06:53:25
A+ A- Stampa articolo



L'Università cattolica di Lublino conferisce il Dottorato in teologia "honoris causa" a Kiko Arguello



Mercoledì scorso, l’Università Cattolica di Lublino, una delle più prestigiose della Polonia, con oltre 16 mila studenti, l’ateneo dove ha insegnato Giovanni Paolo II, ha conferito il dottorato in Sacra Teologia honoris causa a Kiko Argüello, unitamente a Carmen Hernández (che non ha potuto essere presente all’atto), per ”l’originale contributo” da essi dato “al rinnovamento della Chiesa dopo il Concilio Vaticano II”, attraverso il Cammino Neocatecumenale. L’atto accademico si è svolto nel chiostro dell’Ateneo, gremito da moltissimi studenti, alla presenza di tutte le autorità accademiche: il Gran Cancelliere, l’arcivesco di Lublino, mons. Stanislao Budzik, il Magnifico Rettore prof. don Antonio Dębiński, mons. Zbigniew Kiernikowski, vescovo di Siedlce, mons. Grzegorz Ryś, vescovo ausiliare di Cracovia; insieme ad un’altra decina di vescovi della Polonia. Erano inoltre presenti mons. Milan Szaszik, vescovo della chiesa greco-cattolica rutena in Transcarpazia, mons. Josè Luis del Palacio (Perù). A significare il contributo che il Cammino Neocatecumenale sta offrendo al dialogo tra cristiani ed ebrei, era presente il rabbino Chain Adler, cantore della grande Sinagoga di Gerusalemme e il rabbino Angel Kreimann-Brill, direttore latino americano del “Center for Jewish Christian Understanding and Corporation”. Nella delibera del Senato dell’Università, in data 21 settembre 2012, si motiva il conferimento del dottorato con queste parole: “Kiko Argüello, con Carmen Hernández, ha iniziato una formazione spirituale post battesimale, chiamata universalmente Cammino Neocatecumenale, eccezionalmente preziosa per il mondo contemporaneo che, con forma di iniziazione cristiana, porta in tutto il mondo un’azione evangelizzatrice...”. Nella laudatio, il prof. Stanisław T. Zarzycki ha presentato Kiko “come un profeta del nostro tempo, sottolineando tre aspetti del Cammino che l’Università “apprezza in modo speciale”: 1. il fatto di condurre i suoi membri ad “una conoscenza esistenziale di Gesù Cristo”; 2. il fatto di difendere i valori, quali la vita umana, la dignità della persona, il matrimonio e la famiglia; 3. la “partecipazione attiva, inspirante e fruttuosa alla nuova evangelizzazione”. Kiko, nella sua lectio magistralis ha detto di ricevere il dottorato anche a nome di Carmen Hernández, che ha dato moltissimo al Cammino: la riscoperta del mistero pasquale secondo il Concilio Vaticano II, lo Yom Kippur, che illumina il sacramento della penitenza cristiana, l’amore al mondo ebraico... Ha trascorso ben due anni della sua vita visitando, con la Scrittura in mano, tutti i luoghi santi! Dopo aver ringraziato il Senato Accademico per l’onore conferitogli, si è lanciato in un appasionato, forte e coraggioso annuncio di Gesù Cristo: “Non c’è cosa più grande che annunciare il Vangelo, che annunciare la parola che porta alla salvezza, il kerigma”. Ha fatto presente il cuore della buona notizia del Vangelo affermando: ”La sostanza divina è amore a te. Dio vorrebbe stare in me, in te, adesso. Essere uno con te, dentro di te, adesso. Perchè questo amore è unitivo: è il mistero della Santissima Trinità. Questo amore è la stessa sostanza divina”. Questo mistero si dà nella Chiesa, nella comunità cristiana. La missione del cammino neocatecumenale è proprio questa: formare comunità cristiane che siano segno di amore e di unità. E ad un giornalista, che prima dell’atto accademico gli chiedeva che cosa significasse per lui questo conferimento, Kiko ha risposto: “Noi siamo meravigliati di come Dio scelga le persone più deboli per fare grandi cose... Sono contento se con questo atto si riconosce l’azione di Dio qui in Polonia e nel mondo, mediante il Cammino Neocatecumenale. In questo senso questo dottorato dà gloria a Dio, non a noi. È Lui che ci sorprende sempre con cose nuove, come andare nelle piazze ad annunciare il Vangelo..., perché è Dio che dà ai fratelli la gioia e lo Spirito per annunciare Gesù Cristo”. (Da Lublino, Ezechiele Pasotti)

Ultimo aggiornamento: 28 giugno




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá