HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-06-28 07:58:48
A+ A- Stampa articolo



Siria: attentato nel quartiere cristiano di Damasco



Gli Stati Uniti sarebbero pronti ad armare i ribelli siriani entro un mese, ma la mossa, appoggiata soprattutto dall’Arabia Saudita, provoca le perplessità soprattutto della Germania. Intanto ieri a Damasco, un nuovo attacco nel quartiere cristiano della città. Il servizio di Marina Calculli:RealAudioMP3
Almeno quattro persone sono morte ieri in un attentato suicida che ha colpito la città vecchia di Damasco. L’esplosione è avvenuta tra i due quartieri contigui di Bab Touma e Bab Sharqi vicino ad una chiesa maronita mariamita e la sede di una associazione di carità sciita. L’esercito intanto è impegnato in un’operazione ad al-Qarateyn, nella provincia di Homs. Cresce intanto l’emergenza umanitaria. Il presidente del Comitato internazionale della Croce Rossa afferma che è incommensurabile il “gap tra la capacità di rispondere e la velocità con cui cresce la domanda di aiuti”. Sul piano internazionale, dopo che la CIA ha detto che armerà i ribelli entro un mese, la Merkel si dice scettica sui destinatari di queste armi e ribadisce che la Germania non fornirà più aiuti ai ribelli. La cancelliera tedesca tiene comunque fermo un punto: Bashar deve lasciare il potere. Da Mosca Putin accusa direttamente Riad di armare e finanziare estremisti islamisti che hanno ormai massicciamente penetrato il conflitto. Infine il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha autorizzato i caschi blu sul Golan ad armarsi di più, a proteggersi e ad adattare la loro missione ai mutamenti rapidi del conflitto siriano.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá