HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-06-30 08:40:48
A+ A- Stampa articolo



Mostra di Luigi De Mitri su Paolo VI. Il card. Farina: per Papa Montini, arte e cristianesimo stanno insieme



“A voi, artisti che siete innamorati della bellezza, la Chiesa dice: se voi siete gli amici della vera arte, voi siete nostri amici!”: così scriveva Paolo VI nel messaggio a poeti e uomini di lettere, pittori, scultori, architetti, musicisti, gente di teatro e cineasti, a conclusione del Concilio Vaticano II. “La bellezza, come la verità - spiegava - è ciò che infonde gioia al cuore degli uomini, è quel frutto prezioso che resiste al logorio del tempo, che unisce le generazioni e le fa comunicare nell’ammirazione”. A ricordare la profondità degli insegnamenti di Paolo VI, a 50 anni dal 21 giugno del 1963 in cui veniva eletto Papa, è stato in questi giorni Papa Francesco. Tra le iniziative per l’anniversario, c’è la mostra dell’opera grafica del maestro Luigi De Mitri esposta alla Libreria Internazionale Paolo VI a Roma. Sul rapporto tra Papa Montini e gli artisti, Fausta Speranza ha intervistato il cardinale Raffaele Farina, Bibliotecario emerito di Santa Romana Chiesa e presidente della Commissione referente sullo Ior voluta da Papa Francesco: RealAudioMP3

R. – Il messaggio agli artisti di Paolo VI è un messaggio universale. Ha richiamato a ciò che è nella natura stessa del cristianesimo e soprattutto del cattolicesimo. Quando la gente arriva a via della Conciliazione, mano a mano che procede verso questa grande piazza, non solo riceve un messaggio religioso, un messaggio di cattolicità, ma anche di arte, perché queste due cose stanno insieme. Paolo VI, in questa descrizione della bellezza, ha voluto dare anche una definizione della continuità, della congruità del cattolicesimo con l’arte e con la bellezza, e ha voluto richiamare gli artisti a questo rapporto intimo che c’è. Lui stesso, la sua istruzione personale, la sua preparazione religiosa, direi anche quella scientifica, il suo modo di fare esprimono tutto ciò… Rileggendo i suoi scritti su questo argomento ma anche su qualsiasi altro argomento, si vede come lui fosse curato nella preparazione. Il quadro di De Mitri esposto in questo anniversario è impressionante: in uno spazio abbastanza ridotto lui ha inserito tantissime cose che definiscono la figura di questo Papa.

D. – Papa Francesco in questi giorni ha ricordato che Paolo VI ha espresso in maniera particolare l’amore per Gesù, l’amore per la Chiesa e l’amore per l’uomo. La Chiesa ha fondamento nell’attenzione all’uomo. Ma oggi, in particolare, come si può dialogare con quest’uomo contemporaneo un po’ lontano, almeno apparentemente, dalla trascendenza?

R. – Papa Francesco ci sta dando una lezione di come si fa, in maniera visiva: come Gesù, Papa Francesco si offre alla gente. Questo è un modo di fare che si trasmette agli altri in una maniera visiva, di grande sensibilità. Esprime proprio questo messaggio in maniera diretta. E’ una cosa fuori dall’ordinario. Ogni Papa ha un modo di fare, un modo diverso per entrare nei cuori della gente. Anche Paolo VI, che non sembrava molto comunicativo, se lo si incontrava personalmente si leggeva nei suoi occhi tutto quello che sentiva: si percepiva un cuore di una grandezza straordinaria, impressionante.

D. – Paolo VI incoraggiava gli artisti e incoraggiava anche la gente semplice ad avvicinarsi all’arte per arrivare alla bellezza…

R. – Sì, perché proprio uno dei compiti dell’artista è quello di comunicare, di mettere in comunicazione - tramite questa loro arte - l’uomo con concetti superiori di tipo culturale, di tipo artistico. E si può parlare di tutte le arti, alcune in maniera particolare come la musica per esempio, ma anche la scultura, la pittura. E’ una comunicazione anche con gli altri, anche se apparentemente ognuno riceve un messaggio diverso dall’altro, e una comunicazione con Dio, poi in definitiva. Non c’è niente di più educativo dell’arte, la musica, e le arti più diffuse, più facilmente accessibili, comunicative, non sono veicolo solo di istruzione ma lo sono anche di formazione dell’uomo ad un Essere superiore.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá