HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-07-05 08:01:30
A+ A- Stampa articolo



Assad: “Solo un intervento militare straniero e diretto in Siria potrà rovesciare il mio regime”



In Siria si continua a morire e giovedì scorso è tornato a parlare il presidente Bashar Al Assad. “Solo un intervento militare straniero e diretto in Siria potrà rovesciare il mio regime”, ha detto accusando l’Occidente di inviare terroristi al fine di distruggere l’economia del Paese e far implodere lo stato.
Marina Calculli:RealAudioMP3

“Solo un intervento militare straniero e diretto in Siria potrà rovesciare il mio regime” ha detto ieri il presidente Assad accusando l’Occidente di inviare terroristi al fine di distruggere l’economia del Paese e far implodere lo stato. “Finora – ha continuato Bashar – non siamo arrivati a questo punto” sul rapporto tra stati occidentali e terroristi ha aggiunto: “loro temono questi jihadisti radicali e inviarli a morire in Siria è anche un modo per sbarazzarsi di essi”. Intanto a Istanbul la Coalizione Nazionale Siriana (CNS) si è nuovamente riunita per cercare di superare le divergenze che restano profonde. L’aviazione siriana continua invece a bombardare Homs e Kaldiye. Da sabato scorso in questa zona i militari lealisti sono impegnati in una terribile offensiva. Il numero uno dell’ONU, Ban Ki Moon ha rilanciato l’appello perché si lasci costruire un corridoio per evacuare i 2500 civili bloccati a Homs. La Russia ieri ha bloccato una risoluzione del Consiglio di Sicurezza per apportarvi alcuni emendamenti. Il testo della risoluzione chiedeva al regime di lasciar entrare aiuti umanitari nella città.

Ultimo aggiornamento: 6 luglio




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá