HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-07-06 14:49:27
A+ A- Stampa articolo



Venezuela: aperture dal governo dopo proteste studenti contro i tagli all’istruzione



A un mese dall’inizio delle proteste degli studenti universitari – appoggiate dai docenti – che chiedono al governo una revisione dei tagli previsti al settore dell’istruzione pubblica, le autorità venezuelane hanno riconosciuto che c’è una crisi in atto nel sistema dell’istruzione pubblica universitaria. Lo riferisce all'agenzia Fides una radio cattolica locale che cita Liliana Guerrero, presidente della principale associazione universitaria del Paese. Sugli atti di vandalismo e violenza che si sono verificati durante le manifestazioni, che - fanno sapere gli studenti - non si fermeranno finché non si otterranno dall’esecutivo risposte concrete, erano intervenuti anche i vescovi del Venezuela, che il 25 giugno scorso avevano lanciato un appello affinché si creasse “uno spazio di dialogo sincero e reale” per trovare una soluzione immediata al conflitto. I vescovi, inoltre, avevano sottolineato l’importanza che rivestono “il riconoscimento della pluralità e l’autonomia di pensiero” anche in considerazione del momento storico che il Venezuela sta vivendo, e avevano spiegato le molte facce di questo conflitto: “Dall’esigenza del riconoscimento dell’associazione universitaria da parte delle autorità nazionali”, alla “necessità di ascoltare il mondo studentesco nella loro richiesta di una formazione di qualità”. Da giorni, un gruppo di studenti sta portando avanti uno sciopero della fame davanti al cancello della nunziatura apostolica a Caracas. (R.B.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá