HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-07-15 08:05:21
A+ A- Stampa articolo



Siria. 13 morti a Damasco. Un intero quartiere sotto il tiro dei cecchini di regime



In Siria almeno 13 persone sono rimaste uccise ieri nel quartiere periferico di Qaboun a Damasco, dove centinaia di famiglie di residenti si trovano bloccate e assiedate in casa per la presenza di cecchini del regime che rendono difficile l'esodo. Il servizio di Marina Calculli:RealAudioMP3

Almeno 13 persone sono state uccise ieri nel corso dei combattimenti tra i ribelli e l’esercito. Secondo il capo dell’Osservatorio Siriano per i diritti umani, un quartiere intero, Qaboun, è tenuto in ostaggio, perché i soldati cecchini si sono appostati sui palazzi, rendendo così impossibile l’evacuazione degli abitanti. L'opposizione denuncia che circa 200 persone sono trattenute in una moschea di questo stesso quartiere e lancia un appello alla comunità internazionale perché eserciti pressioni sul regime e i prigionieri vengano liberati. Nel comunicato non viene precisato però se si tratti di civili o combattenti. Intanto la frattura tra l’esercito siriano libero, la prima forza militante anti-Assad formata dai ribelli siriani, e le forze straniere presenti sul terreno e legate ad al-Qaeda si accentua mentre la Siria diventa sempre più una calamita per combattenti stranieri sunniti. I talebani pakistani hanno annunciato di aver allestito campi d'addestramento e spedito centinaia di uomini in Siria per combattere al fianco degli “amici mujaheddin”. Emerge sempre più una una strategia di unificazione delle forze qaediste in Medio Oriente.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá