HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-07-17 13:54:40
A+ A- Stampa articolo



La Chiesa del Vietnam grata a martiri e missionari



I laici sono una risorsa irrinunciabile per la Chiesa del Vietnam, che con i suoi 5,6 milioni di cattolici – circa il 6.87% della popolazione – è la quinta chiesa dell’Asia dopo Filippine, India, Cina e Indonesia. Lo conferma all'agenzia AsiaNews padre Vincent Pham Trung Thành, superiore provinciale deii Padri Redentoristi in Vietnam: “Dopo la presa dei vietcong del Vietnam del sud nel 1975 – racconta – abbiamo avuto molte difficoltà nella nostra missione, ma grazie ai laici il numero di cattolici è cresciuto di anno in anno”. Il primo grande slancio missionario nel Paese è avvenuto all’inizio del XVII secolo grazie al gesuita Alexandre De Rhodes, che radunò fino a seimila cattolici, ma ancora oggi, soprattutto verso i gruppi etnici che abitano le montagne e le immense foreste di cui è composto il Vietnam, non si ferma. “La nostra Chiesa locale – aggiunge il sacerdote – è in debito con i martiri, semi della nostra speranza, e con i primi missionari come Andrea Phú Yên, giovane che lavorò con padre De Rhodes e contribuì a costruire le prime comunità cristiane vietnamite studiando la cultura locale, imparando la lingua e la psicologia del popolo”. (R.B.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá