Logo Radio Vaticana Radio Vaticanawww.radiovaticana.va
One-O-Five live

RSS PODCASTRSS TEXT
Come AscoltareCome Ascoltare
Chi Siamo


Home > notizia del 2013-07-22 17:42:54
A+ A- Drucken Share on Facebook Tweet this Follow us on Twitter



Il Papa in viaggio verso il Brasile: "Non scartiamo dalla società i giovani e gli anziani"




RealAudioMP3 "Corriamo il rischio di avere un'intera generazione che non avrà mai trovato lavoro". In viaggio verso Rio de Janeiro, per partecipare alla XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù, Papa Francesco ha incontrato sull'aereo i giornalisti e ha lanciato l'allarme sulla disoccupazione giovanile nel mondo. "La crisi mondiale non fa cose buone con i giovani", ha commentato il Papa. "Dal lavoro viene la dignità personale di guadagnarsi il pane". "Siamo abituati - ha aggiunto del Pontefice - a questa cultura dello scarto: con gli anziani si fa tanto spesso, ed è un'ingiustizia perché li lasciamo da parte, come se non avessero niente da darci". Giovani e anziani accomunati significativamente nelle parole di Francesco, come vittime della cultura dello scarto, all'esordio di questo suo primo viaggio internazionale. Intanto in Brasile, i giovani di tutto il mondo stanno raggiungendo Rio per l'apertura di questo nuovo incontro mondiale con il Papa. "Qui c'è un'interesse particolare per il Pontefice anche negli ambienti protestanti ed evangelici", racconta da Salvador de Bahia Michele Zanzucchi, direttore del quindicinale del movimento dei focolari CittàNuova, inviato in Brasile per la Gmg. "Nelle parrochie cattoliche si prega e si raccolgono soldi per questo avvenimento. Ci sono naturalmente anche la gioia e l'orgoglio di accogliere il Pontefice nel suo primo viaggio internazionale. Un Papa argentino ma che molti qui considerano anche brasiliano per il suo atteggiamento sorridente e accogliente nei confronti di tutti". "Sarà un momento di rinnovamento della fede per tutti i cattolici brasiliani" aggiunge Mirtila Dias de Medeiros, giornalista della Tv cattolica brasiliana Canção Nova. "Francesco è latino-americano e lo sentiamo uno di noi per il modo in cui parla, si avvicina alla gente. Tutto ciò farà sì che i brasiliani lo ascoltino più facilmente e seguano poi le sue parole". "Saranno sicuramente la veglia di sabato sera al "Campus Fidei" di Guaratiba a Rio e la visita di mercoledì al Santaurio di Aparecida i moenti più forti di questo viaggio. Mentre la spiaggia di Copacabana resta il luogo più rappresentativo di questa Gmg. Aspettiamo almeno un milione di giovani, di cui i 40mila argentini saranno il gruppo più numeroso". (A cura di Fabio Colagrande)