HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-07-27 14:34:14
A+ A- Stampa articolo



Tunisia. Blindato il funerale di Brahmi, che riaccende la violenza nel Paese



È partito dalla casa di Tunisi con un’imponente scorta dell’esercito, il corteo funebre composto da migliaia di persone, di Mohamed Brahmi, l’oppositore tunisino morto due giorni fa colpito da un lacrimogeno nel corso degli scontri verificatisi in città, il cui omicidio è attribuito dal governo a una frangia radicale salafita. La processione è diretta al cimitero di Djellez, dove sarà sepolto accanto a Belaid, un altro militante dell’opposizione ucciso a febbraio. La morte di Brahmi ha riacceso la violenza in Tunisia: la notte scorsa, un manifestante è stato ucciso a Gafsa durante una marcia di protesta, mentre questa mattina all’alba un gendarme è rimasto ferito in un attentato dinamitardo a La Goulette, nel porto di Tunisi. (R.B.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá