HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-07-30 07:48:12
A+ A- Stampa articolo



Oggi i funerali delle 38 vittime dell'incidente sulla Napoli-Canosa



Proseguono le indagini sull’incidente di domenica sull’autostrada Napoli-Canosa, costato la vita a 38 persone. Oggi i funerali nel Palazzetto dello Sport di Pozzuoli. Proclamato dal governo un giorno di lutto nazionale. Il servizio è di Salvatore Sabatino:RealAudioMP3

E’ il giorno del dolore, del lutto. In tutto il Paese, così come proclamato dal premier Letta, che oggi sarà a Pozzuoli per i funerali delle 38 vittime di questa “tragedia inaccettabile”, come l’ha definita il presidente della Repubblica Napolitano. Ieri il riconoscimento delle salme, poi il loro trasferimento a Pozzuoli, infine la veglia notturna nel Palazzetto dello Sport, con i familiari ed il loro straziante dolore. Secondo la polstrada, il Granturismo, partito da Telese Terme, diretto a Napoli, avrebbe perso pezzi del sistema di trasmissione già un chilometro prima dell’impatto. Al vaglio degli inquirenti, c'è anche l'omicidio colposo plurimo e la strage colposa, alcuni nomi sarebbero già nel registro degli indagati: implicata la sicurezza stradale, mentre è unanime il cordoglio anche a livello internazionale, per quanto accaduto. “Ogni parola è inadeguata”, ha sottolineato il vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella, uscendo sgomento dalla sala mortuaria di Monteforte irpino dopo aver benedetto le 38 salme delle vittime. Vicinanza è stata espressa dalla Chiesa di Napoli, come sottolinea il cardinale arcivescovo della città, Crescenzio Sepe:
Noi, fin dal primo momento, stiamo celebrando per unirci a quel Signore della vita e della storia che ci dà forza anche in questi momenti, e continueremo anche nelle esequie a pregare per le anime di questi defunti e per i loro famigliari.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá