HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Ecumenismo > notizia del 2013-08-26 13:21:23
A+ A- Stampa articolo



Mons. Bianchi al Sinodo Valdese: "Insieme per le sfide dell'Italia"



“Un saluto non di 'circostanza' ma espressione del sentimento di un cristiano in mezzo ad altri cristiani che con loro condivide preoccupazioni e sfide davanti all’orizzonte del mondo e del nostro Paese”. Così si è espresso mons. Mansueto Bianchi, presidente della Commissione per il dialogo ecumenico e interreligioso della Conferenza episcopale italiana (Cei), rivolgendosi al Sinodo delle chiese metodiste e valdesi apertosi ieri a Torre Pellice (To). “Insieme alla comunità ebraica, credo che i valdesi siano stati 'l’altro' che ha accompagnato, pur nelle contraddizioni della storia, il processo di formazione dell’’ethos’ nazionale”, ha sottolineato Bianchi in un discorso accolto da un caloroso applauso da parte dei membri del Sinodo di cui l’agenzia Nev riporta alcuni stralci. L’esponente della Cei - riferisce l'agenzia Sir - ha proseguito ricordando le sfide che oggi in Italia “interrogano noi cattolici come voi valdesi”; in particolare, le questioni della multiculturalità e della multireligiosità, della nuova evangelizzazione, del rapporto tra il cristianesimo del Nord e del Sud del mondo, quello da cui proviene, in ambito cattolico, Papa Francesco, e in cui si afferma, in ambito protestante, la vivace realtà dei movimenti pentecostali. “La crisi che la Chiesa attraversa - ha proseguito Bianchi - è legata più ampiamente a quella dell’Europa e dell’Occidente. Altrove il cristianesimo vive invece una stagione di grande vivacità. Come italiani e come europei dobbiamo chiederci come vivere questa stagione nuova del cristianesimo in cui altre sensibilità si affacciano”. Secondo Bianchi, nel contesto della crisi che l’Occidente vive oggi, le Chiese sono chiamate a offrire “un originale contributo per immaginare altre vie di sviluppo e di crescita”, rispettose del Creato, attraverso “il loro patrimonio di valori e con la loro esperienza capillare di solidarietà e carità”. Queste sfide comuni, in un momento in cui il dialogo ecumenico sui contenuti della fede è in stallo, rappresentano “le occasioni per sviluppare un dialogo sul mondo, un dialogo sull’impegno, un dialogo sulla e nella responsabilità”, ha concluso mons. Bianchi. (R.P.)

Ultimo aggiornamento: 27 agosto




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá