HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-08-29 08:25:45
A+ A- Stampa articolo



Guinea Equatoriale: il governo preoccupato dal proliferare delle nuove sette cristiane



Il governo della Guinea Equatoriale ha deciso di fare un censimento delle nuove sette cristiane che proliferano nel Paese, le cosiddette “Chiese del Risveglio”. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa africana Apa una speciale Commissione del Ministero della giustizia e per il culto ha già avviato un’indagine a livello nazionale. L’obiettivo è di conoscere meglio questa realtà e garantire il rispetto della legalità. A determinare la decisione, infatti sono diversi decessi avvenuti durante riti di esorcismo e il moltiplicarsi delle denunce di appropriazioni indebite da parte di alcuni predicatori-pastori dei soldi raccolti tra i fedeli per la costruzione di chiese e scuole. Come in altri Paesi del continente africano, e non solo, la proliferazione delle nuove Chiese cristiane sta assumendo dimensioni preoccupanti anche in questa ex colonia spagnola, situata tra il Gabon e il Camerun. “Pane di Dio”, “Chiesa Cristiana del Cielo” “Chiesa della vita”: sono solo alcune delle denominazioni di queste sette fondate e guidate da predicatori provenienti per lo più dalla Nigeria, dal Ghana, dal Camerun o anche dalla Repubblica Democratica del Congo. Predicatori che riescono ad attirare sempre più adepti soprattutto tra i cattolici che, almeno sulla carta, secondo le statistiche ufficiali della Chiesa, rappresentano circa il 96% della popolazione. Secondo un sociologo contattato dall’Apic a frequentare queste Chiese sono soprattutto donne. (L.Z.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá