HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-08-28 19:51:38
A+ A- Stampa articolo



Il Papa agli Agostiniani: l'inquietudine dell'amore ci spinga ad andare per primi verso gli altri



L’inquietudine del cuore è ciò che porta a Dio e all’amore. Papa Francesco ha lasciato questo messaggio agli Agostiniani aprendo con una Messa il loro Capitolo generale nella Basilica romana di Sant’Agostino. Alla celebrazione hanno preso parte agostiniani dai 5 continenti, religiose e consacrati che seguono la regola del vescovo di Ippona e alcuni laici. Il Papa - che prima di entrare nella Basilica si è fermato in strada a salutare tanta gente che lo attendeva da ore - ha più volte invitato a lasciarsi sospingere dall’inquietudine personale per conoscere Cristo e dall’inquietudine delle necessità altrui per rispondere all’amore. Nella Basilica di Sant’Agostino c’era per noi Tiziana Campisi:RealAudioMP3

“Quali inquietudini ci invita a suscitare e a mantenere vive nella nostra vita” Sant’Agostino? E’ il primo interrogativo che Papa Francesco ha posto ricordando il percorso di ricerca del vescovo di Ippona, infaticabile pensatore e pastore dall’inesauribile anelito di verità. L’invito del Pontefice è a riflettere proprio sull’inquietudine che ha caratterizzato la vita del grande padre della Chiesa sotto tre diversi aspetti: “l’inquietudine della ricerca spirituale, l’inquietudine dell’incontro con Dio, l’inquietudine dell’amore”. Poi ha aggiunto:

“Vorrei dire a chi si sente indifferente verso Dio, verso la fede, a chi è lontano da Dio o l’ha abbandonato, anche a noi, con le nostre ‘lontananze’ e i nostri ‘abbandoni’ verso Dio, piccoli, forse, ma ce ne sono tanti nella vita quotidiana: guarda nel profondo del tuo cuore, guarda nell’intimo di te stesso, e domandati: hai un cuore che desidera qualcosa di grande o un cuore addormentato dalle cose?”.

Se l’inquietudine della ricerca spirituale induce a gettare lo sguardo sulla propria interiorità, alla ricerca di sè e del senso della vita, il passo ulteriore è l’incontro con Cristo, ha proseguito il Papa. E’ stata questa l’esperienza di Agostino, che trovato Dio vicino al proprio cuore, non si è chiuso poi in se stesso:

“Anche nella scoperta e nell’incontro con Dio, Agostino non si ferma, non si adagia, non si chiude in se stesso come chi è già arrivato, ma continua il cammino. L’inquietudine della ricerca della verità, della ricerca di Dio, diventa l’inquietudine di conoscerlo sempre di più e di uscire da se stesso per farlo conoscere agli altri. E’ proprio l’inquietudine dell’amore”.

E ha insistito Papa Francesco su questa inquietudine, che trovando risposte si è fatta man mano pastorale:

“E Agostino si lascia inquietare da Dio, non si stanca di annunciarlo, di evangelizzare con coraggio, senza timore, cerca di essere immagine di Gesù Buon Pastore che conosce le sue pecore (cfr Gv 10,14), anzi, come amo ripetere, che ‘sente l’odore del suo gregge’ ed esce a cercare quelle smarrite. Agostino vive quello che san Paolo indica a Timoteo e a ciascuno di noi: annuncia la parola, insisti al momento opportuno e non opportuno, annuncia il Vangelo con il cuore magnanimo, grande (cfr 2 Tm 4,2) di un Pastore che è inquieto per le sue pecore".

Quindi, così il Pontefice ha sintetizzato ciò che ha contraddistinto la personalità di Sant’Agostino:

"Il tesoro di Agostino è proprio questo atteggiamento: uscire sempre verso Dio, uscire sempre verso il gregge…è un uomo in tensione tra queste due uscite … non 'privatizzare' l’amore… sempre in cammino! (….) Sempre inquieto! E questa è la pace dell’inquietudine”.

Ma inquietudine è anche amore, “cercare sempre, senza sosta, il bene dell’altro, della persona amata, con quella intensità che porta anche alle lacrime”. “L’inquietudine dell’amore – ha concluso Papa Francesco - spinge sempre ad andare incontro all’altro, senza aspettare che sia l’altro a manifestare il suo bisogno”.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá