HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-09-12 15:46:15
A+ A- Stampa articolo



Scuola, il sottosegretario Galletti: in questo momento rinnovata attenzione



"Dobbiamo dare maggiore stabilità al sistema" dell’istruzione. E' l'obiettivo che il ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha ribadito nel primo giorno di scuola per tanti ragazzi. Alessandro Guarasci ha sentito il sottosegretario all’Istruzione Gian Luca Galletti:RealAudioMP3

D. - Possiamo dire che una parte dei problemi della scuola, anche con i nuovi fondi destinati, si vanno appianando secondo lei? Da questo primo giorno dell’anno scolastico, lei ha questa impressione?

R. - Ho l’impressione che ci sia una rinnovata attenzione al mondo della scuola, dell’università e della ricerca che dice che il Paese vuole investire strategicamente sui suoi punti di forza. Possiamo dire che la scuola in questo momento gode di una rinnovata attenzione. Per tanti anni i fondi per l’istruzione e per la ricerca universitaria sono stati tagliati; oggi invece vengono ripristinati. Metterci delle risorse non vuol dire aver risolto i problemi. Molti sono ancora sul tavolo, alcuni però sono stati affrontati in maniera seria. Per quanto riguarda l’edilizia scolastica abbiamo fatto grandi passi in avanti. Quasi un miliardo di euro di risorse messe a disposizione di enti locali, cioè di province e comuni; è stato affrontato il problema del welfare nella scuola aiutando le fasce più deboli con finanziamenti ad hoc sui trasporti, sulla limitazione al costo dei libri di testo che si traduce in una scuola più accessibile a tutti e quindi anche più competitiva. È stato in parte risolto il problema dell’immissione di nuovi docenti nella scuola, soprattutto per quello che riguarda i maestri di sostegno, un problema grande per le famiglie più in difficoltà del nostro Paese. Io penso che siano segnali importanti. Però bisogna continuare perché i problemi sul tavolo sono ancora molti.

D. - Uno dei problemi fondamentali è la cosiddetta continuità didattica. Anche su questo pensate di aver fatto dei passi in avanti?

R. - Abbiamo impostato un lavoro che per vari motivi vedrà i primi risultati nei prossimi mesi. Siamo come un cantiere che sta iniziando un lavoro. Abbiamo impostato una buona parte del lavoro e adesso dobbiamo concluderlo. Tra questi, c’è anche quello che riguarda la continuità didattica.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá