HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Giustizia e Pace > notizia del 2013-09-19 14:04:48
A+ A- Stampa articolo



Nord Irlanda: Chiese cristiane sostengono i colloqui di riconciliazione



Leader delle Chiese metodista e presbiteriana, della Chiesa d‘Irlanda e della Chiesa cattolica sono scesi in campo insieme con una campagna di sensibilizzazione per sostenere la ripresa dei colloqui condotti da Richard Haass per il processo di riconciliazione nel Paese. Dopo la sanguinosa guerra civile tra unionisti e repubblicani degli anni Settanta e Ottanta - riferisce l'agenzia Sir - nel 1988 si è arrivati agli accordi di Belfast del 10 aprile. Nonostante i progressi di pace compiuti, ci sono ancora nodi da chiarire. In questi giorni Haass dovrà tentare di trovare un consenso su questioni controverse, che riguardano in modo particolare l’uso di bandiere ed emblemi sugli edifici pubblici; la memoria del passato e la questione delle sfilate, che alcune volte sono causa di grandi tensioni. La campagna delle Chiese è finalizzata a sostenere i colloqui che su questi temi Haass sta avendo in questi giorni con i leader politici e i rappresentanti delle società civile, comprese le Chiese. La campagna intitolata “Speranza e Storia - costruzione della pace in Irlanda del Nord” invita i membri delle Chiese a firmare una dichiarazione che dà incoraggiamento positivo a tutti coloro che sono impegnati nel processo di riconciliazione. Tre le parole contenute nella dichiarazione da sottoscrivere via web al sito www.hopeandhistory.com: “umiltà, guarigione e speranza”. “Crediamo - si legge alla parola 'umiltà’ - che in tutti gli atti di riconciliazione dobbiamo accettare umilmente la nostra parte nel modo in cui il passato ha plasmato il presente, la nostra complicità nelle divisioni all‘interno della nostra società e il nostro contributo al dolore che le persone hanno sperimentato. Dobbiamo cercare il perdono per il passato e cambiare il modo in cui viviamo e parliamo nel presente, al fine di favorire un futuro condiviso e pacifico”. La campagna ha il sostegno del cardinale Seán Brady (Primate cattolico d‘Irlanda), del rev. Richard Clarke (Chiesa d‘Irlanda Primate di tutta l‘Irlanda), del rev. Rob Craig (Moderatore della Chiesa presbiteriana in Irlanda) e del rev. Heather Morris (presidente della Chiesa metodista in Irlanda). “Le parole - dice il pastore metodista Morris - non daranno la risposta definitiva, non ci sono parole sufficienti per compensare o coprire il dolore dei nostri popoli. Tuttavia, come persone di fede, possiamo unirci nella preghiera e nella speranza, nell‘impegno e nella convinzione che questi colloqui possono e devono rappresentare un passo avanti verso questa importante realtà”. (R.P.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá