HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-09-21 16:59:17
A+ A- Stampa articolo



Perugia: le ricchezze del bosco al centro della mostra fotografica “Il Mondo intorno all’Albero”



Tre immagini di 37 fotografi per comunicare, tramite immagini, un unico messaggio: tutelare il bosco è un ottimo investimento non solo in termini ambientali ma rappresenta anche un modo per valorizzare economicamente i nostri territori. Si è chiusa ieri a Perugia, nella Rocca Paolina, la mostra fotografica “Il Mondo intorno all’Albero”, organizzata dal Pefc Italia, l’Organizzazione non governativa per il sistema di certificazione forestale più diffuso al mondo, e dal forum Canoniani.it. Sulla mostra si sofferma, al microfono di Marina Tomarro, il segretario generale del Pefc Italia, Antonio Brunori: RealAudioMP3


R. - La mostra ha un obiettivo, ovvero, quello di sensibilizzare lo spettatore a conoscere il mondo forestale ed il mondo intorno all’albero sotto vari aspetti: dal bosco che c’è dietro il singolo albero; dalla lotta agli incendi; fino alla rinascita delle foreste. Tutto questo per riflettere su temi quali la gestione corretta delle foreste, il rapporto tra economia, società e ambiente, tagli illegali e soprattutto la filiera del legno della carta che parte dalla natura ed arriva sul tavolo dei consumatori.

D. – Bosco come una salvezza per l’ambiente: come stanno in questo momento le nostre foreste?

R. – Il bosco italiano copre un terzo della superficie totale ed è presente prevalentemente in montagna: sulle Alpi, dove abbiamo boschi ad alto fusto - soprattutto conifere - e sugli Appennini. Se parliamo di come stanno i nostri boschi vediamo che dal 1930 ad oggi c’è stato un raddoppio della superficie forestale. All’estero invece la situazione è diversa: in altri continenti come l’Africa, l’Asia ed il Sudamerica abbiamo una perdita di 13 milioni di ettari l’anno. Questo problema è dovuto a varie motivazioni: tagli illegali; uso delle superfici forestali per la geotecnia; per l’agricoltura intensiva…

D. – Cosa cambia quando andiamo a parlare di una foresta, o di un bosco che hanno la certificazione forestale ed altri invece che non ce l’hanno?

R. – Tutto ciò che viene gestito con l’obiettivo di dare un valore e di promuovere gli aspetti economici, sociali ed ambientali ha un vantaggio per il territorio e per le collettività. La gestione sostenibile delle risorse forestali e quindi la possibilità per le imprese di usare prodotti forestali locali, di legare il legno al bosco, sono modi per creare economia e lavoro; quindi, difendendo l’ambiente ma anche le comunità rurali, della montagna…

D. – Il Pefc in che modo può salvaguardare le foreste sia in Italia che nel mondo?

R. – La certificazione forestale è uno strumento che garantisce la tracciabilità della materia prima – legno e carta – da foreste gestite in maniera sostenibile. Questo è importantissimo perché purtroppo il fenomeno della criminalità del taglio illegale dei boschi è elevatissimo, soprattutto nel Sud del mondo. Il Parlamento europeo ha dichiarato che il 20% di tutto ciò che entra in Europa, per quanto riguarda i prodotti legnosi e cartacei, è di origine illegale. Questo è un dramma che comporta, nel Sud del mondo, gravi ripercussioni sulle popolazioni locali e sull’ambiente. Quindi, la certificazione forestale è quello strumento che ha un valore etico e che permette di favorire e premiare chi fa bene le cose: dal taglio del bosco, fino alla lavorazione dei prodotti legnosi e cartacei.

D. - Ma le foreste possono rappresentare anche un nuovo modo per uscire dalla crisi economica?

R. – Sì. Basta immaginare che attualmente in Italia utilizziamo soltanto un quinto di quanto il bosco ricresce ogni anno; mentre noi importiamo il 90% di tutto il legname che utilizziamo ed è la terza voce di deficit nazionale. La trasformazione del legno invece è il terzo settore manifatturiero per il contributo alla bilancia commerciale, con sette miliardi di euro di attivo; con un lavoro per oltre 400 mila persone.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá