HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2013-10-06 15:12:23
A+ A- Stampa articolo



Da Bratislava i vescovi europei chiedono rispetto per la libertà religiosa



Si è conclusa ieri l’Assemblea generale dei presidenti delle 39 Conferenze episcopali europee, che fanno parte del Consiglio Ccee. Nell’incontro di tre giorni a Bratislava è stato trattato il tema “Laicitá e laicismo” in Europa. Il servizio di Mario Galgano dalla capitale slovacca:RealAudioMP3

Le strutture politiche e quelle religiose devono essere autonome, rispettandosi a vicenda. Questa è la conclusione dell’incontro dei vescovi europei a Bratislava. Con una Messa solenne nella cattedrale della capitale slovacca si sono conclusi i lavori. La distinzione ed il mutuo rispetto della libertà sono le condizioni fondamentali della sana ed effettiva convivenza delle strutture dello Stato e della Chiesa: questo ha ricordato l’arcivescovo di Bratislava e organizzatore dell'Assemblea del Ccee, mons. Stanislav Zvolenský, nella sua omelia durante la Messa conclusiva. La libertà religiosa, ha ricordato il presule, è un elemento fondamentale per la Chiesa, però anche la libertà stessa sarebbe poco utile alla Chiesa, se le mancasse la forza per testimoniare la fede. Un buon farmaco per “un certo atteggiamento sofisticato della cultura europea” potrebbe essere Papa Francesco, il primo Papa sudamericano, ha ricordato invece il presidente della Conferenza episcopale italiana, il cardinale Angelo Bagnasco. “Papa Francesco è una buona terapia d’urto propositiva che darà una carica maggiore in termini di essenzialità e di sostanza”, ha sottolineato il cardinale Bagnasco.

Ultimo aggiornamento: 7 ottobre




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá