HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-10-08 19:16:11
A+ A- Stampa articolo



Presentato il libro di Andrea Riccardi "La sorpresa di Papa Francesco"



Un ritratto di Papa Francesco nelle varie dimensioni del suo magistero e un’istantanea di questi primi mesi di Pontificato. Queste alcune delle prospettive tracciate dal libro “La sorpresa di Papa Francesco”, edito da Mondadori e scritto da Andrea Riccardi, fondatore nel 1968 della Comunità di Sant’Egidio e, nel governo Monti, ministro per la Cooperazione internazionale e l'integrazione. Alla presentazione del volume, a Roma, c’era per noi Amedeo Lomonaco:RealAudioMP3

La semplicità di Papa Francesco – sottolinea Andrea Riccardi - nasconde una vera profondità: il popolo, con il suo intuito, lo ha capito e lo segue. Questo il suo commento:

R. - La sorpresa è grande, grande il cambiamento di clima nella Chiesa e nel rapporto tra la Chiesa e la gente. Questo mi sembra essenziale e fondamentale.

D. - Una sorpresa che si aggiunge alla rinuncia di Papa Benedetto…

R. - Una rinuncia che ci aveva lasciato sconcertati, che invece ora noi comprendiamo meglio.

Perché questo Pontificato è una sorpresa? Risponde padre Antonio Spadaro, direttore di Civiltà Cattolica:

R. - Questo Pontificato è una sorpresa nel senso che Papa Francesco ha ben presente il punto di partenza, cioè la storia, l’esperienza che stiamo vivendo. Ma anche per lui, in fondo, questa è un’avventura, una sorpresa. Non ha idee distinte, precise a priori. Un Papato in discernimento alla ricerca della volontà di Dio. E’ un Pontificato aperto, quindi di sorpresa.

D. - Cosa l’ha sorpresa, in particolare, nell’intervista che le ha rilasciato il Santo Padre?

R. - Devo dire che, in realtà, faccio ancora fatica a pensare quell’incontro come un’intervista. Per me è stata un’esperienza spirituale. Una cosa che mi ha sorpreso riguarda lo stile che per Papa Francesco non è mai una cosa esteriore. Percepivo l’autorevolezza della persona ma questo si declinava in una mancanza di distanza. Una persona che percepivo vicina durante l’intervista. Lui parla di vicinanza, di incontro. Queste sono le categorie quasi vitali, non semplicemente di pensiero, del Pontificato di Papa Francesco. Certamente questa dimensione della vicinanza, della parola che si accompagna sempre ad un gesto di prossimità, è una delle grandi cifre del Pontificato di Papa Francesco così come in questi sei mesi abbiamo potuto comprendere.

La sorpresa di Papa Francesco – scrive Andrea Riccardi – “non è l’emozione di un momento”. La Chiesa di Papa Francesco – aggiunge – è un popolo che il Pontefice “intende guidare, ma anche accompagnare e persino seguire”.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá