HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-10-16 14:55:09
A+ A- Stampa articolo



Renzi: un'assurdità l'amnistia. Per il cappellano di Firenze serve reinserire i detenuti



"Oggi ribadisco che sarebbe un'assurdita'" un ‘amnistia o un indulto. Lo ha detto il sindaco di Firenze e candidato alla segreteria del Pd Matteo Renzi, che ha ribadito il massimo rispetto per il Presidente Napolitano. Alessandro Guarasci ha sentito il cappellano del carcere di Sollicciano don Vincenzo Russo RealAudioMP3
R. – Siamo di fronte ad un’emergenza del sovraffollamento ed anche ad una grande disorganizzazione della gestione degli istituti di pena. Sicuramente, quindi, qualche intervento va fatto. Certamente, però, l’amnistia apre le porte del carcere, senza offrire – credo – una minima progettualità fuori dal carcere, “extramuraria”, con il rischio altissimo di future recidive.

D. – Misure, dunque, alternative e progetti per il reinserimento. Sono anni che se ne parla, ma alla fine si fa molto poco...

R. – Una persona che esce dal carcere senza una prospettiva futura ritorna in carcere. Bisogna implementare il ricorso alle misure alternative alla detenzione, ma per fare questo ci vogliono delle strutture risocializzanti, dove inserire i detenuti.

D. – Non c’è, però, il pericolo di rincorrere gli umori della gente, che vuole che la pena sia espiata solo in carcere?

R. – Credo che la gente abbia tutte le buone ragioni per poter pretendere che sia applicata una giustizia. Dall’altra parte, se io mi metto nei panni di un detenuto, credo ci siano tutte le ragioni per poter pretendere condizioni di vita accettabili.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá