HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-10-26 14:13:04
A+ A- Stampa articolo



Repubblica Dominicana. La Chiesa preoccupata per la sentenza contro i migranti haitiani



Il 23 ottobre scorso, il governo della Repubblica Dominicana ha comunicato ufficialmente l’intenzione di rispettare la sentenza della Corte costituzionale dominicana, che revoca la cittadinanza agli haitiani figli di irregolari, escludendo di fatto da questo diritto coloro che sono nati in territorio dominicano dal 1929 e i cui genitori, al momento della nascita, si trovavano in una situazione di irregolarità. La decisione ha causato un vero e proprio conflitto interno in cui è intervenuta anche la Chiesa locale: il vescovo della diocesi meridionale di Barahona, mons. Rafael Leónidas Felipe y Núñez, ha parlato alla stampa esprimendo piena solidarietà verso i migranti provenienti dalla confinante Haiti e verso le loro famiglie, che ormai sono completamente dominicane: “Sono nati ad Haiti, è vero, ma è qui che hanno formato le loro famiglie – ha detto alla Fides – alcuni risiedono nel Paese da 30 o 40 anni, hanno due generazioni, tra figli e nipoti, che sono nati qui”. La sentenza della Suprema corte coinvolge circa 200 mila persone, mentre nel Paese risiedono oltre 500 mila migranti, di cui oltre 450 mila sono haitiani. (R.B.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá