HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-11-05 19:21:21
A+ A- Stampa articolo



La Cancellieri a Senato e Camera: mai favorito Giulia Ligresti. La maggioranza conferma la fiducia



Rammaricata e addolorata, sono i sentimenti espressi dal ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri al termine del suo intervento al Senato, sul caso Ligresti. “Spero emerga la coerenza della mia condotta”, ha detto la Cancellieri che anche definito il suo onore offeso dall’accusa di opacità. La maggioranza le ha confermato la fiducia. Francesca Sabatinelli:RealAudioMP3

Mai sollecitata la scarcerazione, mai fatto pressioni o ingerenze, tantomeno indotto altri ad assumere iniziative in tal senso. Annamaria Cancellieri, guardasigilli finito nella bufera per il caso Ligresti, interviene prima al Senato e poi alla Camera per ribadire la sua estraneità nella scarcerazione di Giulia Ligresti, avvenuta, precisa il ministro, per indipendente decisione della magistratura torinese. La Cancellieri difende la sua condotta: non ho mai derogato ai doveri di ministro, dice, definendosi persona libera, ammettendo la sua amicizia con il capostipite dei Ligresti, Antonino, ma chiarendo di non aver mai permesso alla sua carriera di essere influenzata da rapporti personali. Giulia Ligresti quindi, precisa il ministro, non ha avuto un trattamento privilegiato o differenziato, "con lei ho agito come in oltre cento casi". La Cancellieri si è quindi detta pronta a fare un passo indietro nel caso venisse a mancare la stima istituzionale nei suoi confronti. La fiducia, sono le sue parole, è decisiva per continuare nell’incarico. Pdl e Pd confermano il sostegno al ministro, mentre Lega e 5Stelle continuano a chiederne le dimissioni.

Ultimo aggiornamento: 6 novembre




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá