HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-11-06 11:57:05
A+ A- Stampa articolo



Bangladesh: ergastolo ed esecuzioni per 312 guardie di frontiera per il massacro del 2009



Pena capitale ed ergastolo per 312 militari, coinvolti nella rivolta dei Bangladesh Rifle (guardie di frontiera) avvenuta nel 2009 e che causò oltre 160 morti in tutto il Paese. A emettere la sentenza, martedì, un tribunale speciale di Dhaka. Nello specifico, i soldati condannati a morte sono 152; 160 invece quelli destinati al carcere a vita. La Corte - riporta l'agenzia AsiaNews - ha condannato altre 263 persone a pene minori (dai 3 ai 10 anni di prigione) e assolto per mancanza di prove 271 imputati. Il 25 febbraio del 2009 i Bangladesh Rifle hanno scatenato una rivolta nel loro quartier generale di Dhaka, in protesta per i salari in arretrato non pagati. I paramilitari insorti hanno ucciso alcuni ufficiali e preso in ostaggio i familiari. L'insurrezione ha scatenato la reazione dell'esercito governativo. Durati due giorni e dilagati anche in altre zone del Paese, gli scontri hanno provocato 160 morti, tra cui almeno 140 ufficiali dell'esercito e 20 civili. Dopo il massacro, i Bangladesh Rifle sono stati "sciolti" e ricreati sotto il nome di Border Guard Bangladesh (Bgb). In teoria il gruppo paramilitare - che risponde al ministero degli Interni - ha il compito di sorvegliare i 4mila chilometri di confine che separano il Bangladesh da India e Myanmar. (R.P.)

Ultimo aggiornamento: 7 novembre




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá