HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2013-11-29 13:48:51
A+ A- Stampa articolo



Internet e minori. Forum Famiglie: troppi genitori disattenti



Un genitore su due non controlla i propri figli quando navigano su Internet. È quanto emerge da uno studio europeo, rilanciato dall’associazione italiana "Assodigitale". Un dato preoccupante confermato anche da un’indagine condotta lo scorso anno dal Forum delle associazioni familiari, su un campione di 1.300 ragazzi, tra 6 e 18 anni. Per un commento, Antonella Pilia ha sentito Pietro Boffi, ricercatore del Centro internazionale studi famiglia e coordinatore della Commissione mass media del Forum:RealAudioMP3

R. - Questi minori, privi del controllo dei propri genitori, possono accedere a tutto ciò che desiderano. Anche se c’è da dire che alcuni aspetti tecnici rendono difficile il controllo o - come si usa dire - il parental control mediante strumenti automatici o attraverso il genitore che si affianca. E poi c’è anche una questione di tempi, perché si vive molto fuori tra scuola, amici e compagnie. Questo per dire che il problema, forse, va posto non in termini semplicemente di controllo e repressione, ma di educazione e responsabilizzazione davanti ai valori o ai disvalori che possono essere trasmessi da questi, da altri media o dal contesto circostante.

D. - Dunque, i genitori come dovrebbero muoversi, in concreto, per controllare l’operato dei propri figli su Internet?

R. - Direi con tutto quel buon senso con cui si avvicinano alle questioni anche più scottanti che incontrano i propri figli: innanzitutto, mostrando di sapere quali siano i pericoli; e poi, in seconda istanza, cercando di sensibilizzare, formare e dialogare con i propri figli, e non semplicemente vietare una serie di cose che sono sostanzialmente impossibili da proibire.

D. – Qual è il vostro impegno in qualità di Forum?

R. - Si sta pensando di creare un portale che possa raccogliere le segnalazioni delle famiglie di ciò che, di positivo e negativo, succede nel mondo dei media. L’Italia ha un uso dei mezzi di comunicazione decisamente peggiore del resto d’Europa: ha una normativa in cui facilmente si possono infilare dei cavilli per riuscire a farla franca, anche quando si trasmettono dei contenuti assolutamente negativi per la crescita dei minori. Noi stiamo cercando di muoverci proprio su questo fronte.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá