HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Giustizia e Pace > notizia del 2013-12-16 14:43:50
A+ A- Stampa articolo



Germania, firmato l'accordo di grande coalizione



In Germania, è stato firmato oggi l’accordo di grande coalizione per la formazione del prossimo governo guidato dal cancelliere, Angela Merkel. Dopo l’ufficializzazione dell’intesa tra i leader dell’Unione Cristiano Democratica (Cdu), dell’Unione Cristiano Sociale (Csu) e del Partito Socialdemocratico (Spd), domani la rielezione formale della Merkel a capo dell’esecutivo. Ma quale la ricaduta per l’Europa della nuova compagine di governo tedesca? Giancarlo La Vella lo ha chiesto ad Adriana Cerretelli, corrispondente a Bruxelles per il Sole 24 Ore:RealAudioMP3

R. - Purtroppo non ci saranno grandi ricadute per l’Europa, perché l’accordo di grande coalizione – almeno così come è stato concepito – prevede certamente ricadute positive sulla situazione economico sociale tedesca. Per esempio, prevede il salario minimo, quindi una cerca flessibilità nella gestione della politica economica, con sensibilità sociale che prima non era prevista; mentre, per quello che riguarda l’Europa il rigore previsto nella gestione della governance europea resterà. Non si parla naturalmente di eurobond, non si parla di esposizione in nessun modo di tipo solidaristico nell’unione bancaria - che dovrebbe decollare alla fine dell’anno prossimo – perché, che siano di destra o di sinistra, i tedeschi non vogliono rischiare nulla per le economie del Sud. Questo è il messaggio che viene da questo nuovo accordo di grande coalizione per l’Europa.

D. – Questo accordo indica comunque che la posizione della Merkel è politicamente più debole rispetto al passato?

R. – Sì e no. Nel senso che la Merkel comunque per la terza volta è stata rieletta alla Cancelleria, non ce l’ha fatta per un soffio ad avere la maggioranza assoluta; ha dovuto naturalmente allearsi con la Fpd ma la Fpd, per quello che riguarda la crescita e la gestione della politica europea, si dimostra perfettamente in linea con la Merkel. Quindi, la Merkel, sotto questo aspetto, non esce per nulla indebolita da questo accordo.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá