HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2013-12-16 19:20:34
A+ A- Stampa articolo



Napolitano: nutrire la stabilità, rischio scosse sociali



Il Presidente Napolitano lancia un appello a tutte le forze politiche. “E' importante che l'Italia continui a essere governata nel 2014”. L'Europa ci guarda “e bisogna nutrire la stabilità” ha affermato il Capo dello Stato durante il saluto con le istituzioni al Quirinale. Napolitano ha ribadito che "mancare anche questo obiettivo delle riforme sarebbe fatale per il progresso della Nazione”. Giampiero Guadagni:RealAudioMP3

C'è il rischio di scosse sociali, non fare le riforme sarebbe fatale per il progresso della nazione. Nel tradizionale scambio di auguri con le alte cariche dello Stato, Giorgio Napolitano ribadisce la necessità di una più larga convergenza indipendentemente dalle larghe intese. E in questo senso lancia un appello diretto a Forza Italia, che nelle settimane scorse ha lasciato la maggioranza. E al suo leader Berlusconi chiede di non evocare immaginari colpi di Stato. Napolitano sottolinea poi che la Consulta, bocciando il Porcellum, non ha certo espresso una preferenza per un sistema elettorale ma ha lasciato al Parlamento il compito di trovare un meccanismo che garantisca governabilità. Il capo dello Stato osserva: gli italiani vogliono risposte, non il voto anticipato. La crisi che ha investito tutta l’eurozona ha messo a dura prova la coesione sociale. Il capo dello stato chiede allora massima attenzione al malessere, esasperato da fenomeni di corruzione, e a coloro che vivono nel disagio e che possono farsi coinvolgere in proteste violente. Napolitano torna anche a puntare l’indice sulle condizioni disumane delle carceri e sollecita le Camere ad una riforma della giustizia. Immediata la risposta del premier Letta: già domani, assicura, il consiglio dei ministri darà seguito alle parole del presidente sulla giustizia.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá