Logo Radio Vaticana Radio Vaticanawww.radiovaticana.va
One-O-Five live

RSS PODCASTRSS TEXT
Come AscoltareCome Ascoltare
Chi Siamo


Home > notizia del 2014-01-11 17:13:34
A+ A- Drucken Share on Facebook Tweet this Follow us on Twitter



Stati Uniti - Santa Sede: 30 anni di rapporti diplomatici ai massimi livelli




Luis Badilla Morales, Radio Vaticana
RealAudioMP3
Per i cattolici la vita negli Stati Uniti non è stata mai facile. La rilevanza quantitativa, sociale e culturale che hanno acquisito oggi non esisteva fino a cinquant'anni fa. In passato, circa un secolo fa, negli Usa erano diffusi stereotipi e cliché negativi sui cattolici, spesso di matrice protestante, in un certo senso simili a quelli diffusi oggi in Occidente sui musulmani. Ma la poca simpatia per il 'Papa di Roma' era dovuta soprattutto a motivazioni politiche, come imparò a sue spese John F. Kennedy, primo e finora unico cattolico giunto sulla poltrona della Casa Bianca. Per lungo tempo gli americani hanno temuto l'ingerenza vaticana, considerando ogni politico cattolico un'esponente della 'longa manus' romana sugli affari interni dell'amministrazione di Washington.
Il 10 gennaio 2014 si celebrano i trent'anni dello stabilimento di rapporti diplomatici al massimo livello tra Stati Uniti d'America e Santa Sede. Ronald Reagan, l'8 marzo 1984, sotto la spinta di un'iniziativa politica bipartisan, nominò il primo Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario presso la Santa Sede, William A. Wilson. La Nunziatura Apostolica negli Stati Uniti d'America fu istituita l'11 gennaio 1984 da Giovanni Paolo II. Si tratta di atti che regolarizzarono e normalizzarono relazioni già esistenti dalla fondazione degli Usa, ma che hanno registrato un andamento alterno. (Intervista a cura di Fabio Colagrande)