HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2014-01-11 15:00:20
A+ A- Stampa articolo



Iraq: tra le nuove lingue ufficiali anche il siriaco e l'armeno



Il Parlamento iracheno ha riconosciuto anche il siriaco e l'armeno tra le lingue ufficiali del Paese, così come quella dei Turkmeni. La legge in materia - approvata dalla Camera dei Rappresentanti negli scorsi giorni - rappresenta il punto d'arrivo di dieci anni di sforzi e mobilitazioni per far riconoscere a livello legislativo una norma già prefigurata nella Costituzione. Il principio espresso dalla Carta fondamentale è un’espressione dell'uguaglianza dei diritti di tutti i cittadini iracheni. Di fatto, fino ad oggi, le uniche lingue riconosciute come ufficiali dall'amministrazione pubblica erano l'arabo e il curdo. Il provvedimento – riferiscono fonti locali consultate dall'Agenzia Fides – è stato accolto con soddisfazione dalle comunità cristiane interessate. “Il siriaco, la lingua di Cristo, la lingua dei nostri antenati, di Babilonia e dell'Assiria è tornato a essere una lingua ufficiale in Iraq” ha dichiarato Yonadam Kanna, parlamentare iracheno e segretario generale dell'Assyrian Democratic Movement. La legge troverà applicazioni concrete soprattutto nelle aree più densamente popolate dai cristiani armeni e siri, come la Piana di Ninive e i Governatorati di Dahuk e Erbil. Nel momento drammatico vissuto dal Paese, di nuovo ferito dagli scontri settari e aggredito anche militarmente dalle milizie jihadiste, il provvedimento legislativo riafferma la vocazione plurale, interetnica e interconfessionale come la strada per garantire il futuro dell'Iraq come Nazione. (D.M.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá