Logo Radio Vaticana Radio Vaticanawww.radiovaticana.va
One-O-Five live

RSS PODCASTRSS TEXT
Come AscoltareCome Ascoltare
Chi Siamo


Home > notizia del 2014-03-14 16:45:23
A+ A- Drucken Share on Facebook Tweet this Follow us on Twitter



In Siria è dramma umanitario. Scarso l'aiuto dei Paesi occidentali




RealAudioMP3 (nella foto, rifugiati nel campo profughi palestinese di Yarmouk, a sud di Damasco, aspettano di ricevere aiuti alimentari). In Siria, dopo tre anni di cambattimenti, resta il dramma umanitario di milioni di persone. Secondo il Comitato internazionale della Croce Rossa e della Federazione internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa, in collaborazione con la Mezzaluna siriana, sono oltre 9 milioni i siriani che hanno bisogno di assistenza. Per Francesco Rocca, presidente Croce Rossa italiana e vicepresidente della Federazione internazionale, "sono oltre 6 milioni gli sfollati all'interno del Paese, la metà dei quali bambini. Nel Paese si muore di fame. Violenza e distruzione dappertutto", anche se l'esercito regolare sembra avere il controllo di una parte della nazione. "Tuttavia, circa 3 milioni di civili sono ancora intrappolati in aree circondate da violenze e combattimenti in corso, con scarsa possibilità di accedere agli aiuti umanitari". Una situazione "drammatica" sul piano umanitario, "completamente dimenticata dai Paesi occidentali". Inoltre, dal gennaio 2012, due milioni e mezzo di persone vivono in Libano, Giordania, Turchia, Iraq ed Egitto". Il problema riguarda anche i campi profughi palestinesi presenti all'interno della Siria. (a cura di Luca Collodi)