HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Politica > notizia del 2014-03-14 14:26:53
A+ A- Stampa articolo



Sud Sudan: contingenti dei Paesi del Corno d’Africa affiancheranno le truppe Onu



Entro metà aprile contingenti militari di Etiopia, Kenya, Rwanda, Burundi e Gibuti saranno dispiegati in Sud Sudan per garantire il rispetto di una tregua tra le parti in conflitto. L’impegno è stato assunto ieri ad Addis Abeba, in occasione di un vertice dell’Autorità intergovernativa per lo sviluppo (Igad). L’annuncio, di cui riferisce la Misna, è stato dato a margine di una riunione ad Addis Abeba da Seyoum Mesfin, inviato speciale dell’organismo per il Sud Sudan. “Che siano cento, duecento, mille o 1500, dovranno essere sul terreno”, ha sottolineato il diplomatico in riferimento alla consistenza numerica dei contingenti, ancora da definire. L’ipotesi del dispiegamento dei soldati era stata già avanzata nei giorni scorsi. Lo stesso Mesfin aveva parlato di “una forza neutrale e deterrente”, incaricata tra l’altro di mettere in sicurezza le installazioni petrolifere del Sud Sudan. Il dispiegamento dovrà avvenire d’intesa con l’Unione Africana e con l’Onu, responsabile a Juba di una missione di peacekeeping che dovrebbe aumentare da 6.800 a 12.000 effettivi. Dallo scorso dicembre, il conflitto tra le forze fedeli al presidente Salva Kiir e i ribelli legati al suo ex vice, Riek Machar, ha provocato migliaia di vittime e costretto circa 900 mila a lasciare le proprie case. Allo stesso tempo, sta mettendo in ginocchio un’economia fondata sul petrolio. Ormai da settimane, nelle aree contese del nord e del nordest del Paese, la produzione di greggio è bloccata o fortemente ridotta. A tentare una mediazione tra le parti, oltre all’Igad, è il Sudafrica. Ieri, si è conclusa una missione a Juba di Cyril Ramaphosa, vicepresidente dell’African National Congress (Anc). Attraverso una nota, il Ministero degli esteri di Pretoria riferisce che “l’inviato speciale” ha incontrato Kiir e avuto conversazioni con altri protagonisti della crisi, tra i quali il presidente ugandese, Yoweri Museveni, l’unico capo di Stato africano ad avere già inviato truppe in Sud Sudan. (M.G.)

Ultimo aggiornamento: 15 marzo




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá