HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Chiesa > notizia del 2014-03-21 15:58:58
A+ A- Stampa articolo



Il commento di don Ezechiele Pasotti al Vangelo della Domenica



Nella terza domenica di Quaresima, la liturgia ci presenta il Vangelo in cui Gesù incontra la samaritana nei pressi del pozzo di Giacobbe. Il Signore le dice:

«Chiunque beve di quest’acqua avrà di nuovo sete; ma chi berrà dell’acqua che io gli darò, non avrà più sete in eterno. Anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente d’acqua che zampilla per la vita eterna».

Su questo brano evangelico ascoltiamo il commento di don Ezechiele Pasotti, prefetto agli studi nel Collegio Diocesano missionario “Redemptoris Mater” di Roma:RealAudioMP3

Il Vangelo di oggi è commovente: Gesù rompe tutti i tabù sociali e religiosi e, con una libertà divina che affascina, stabilisce un nuovo rapporto con la donna e annuncia il tempo nuovo dei “veri adoratori”, “in spirito e verità”. “Dammi da bere”, chiede Gesù alla samaritana ed ella non ha che l’acqua della sua religiosità da offrire. L’uomo ha sempre cercato luoghi e formule per “legarsi” a Dio ed ottenere il suo favore. E Gesù a lei: “Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è colui che ti dice ‘Dammi da bere’, tu avresti chiesto a lui ed egli ti avrebbe dato acqua viva”. Possiamo chiederci: Che acqua c’è in me? Dove cerco io oggi l’acqua per la mia sete? A quale fonte mi disseto? E alla donna che dice: “Sì, so che deve venire il Messia”, Gesù annuncia: “Sono io che parlo con te!”. Io ho per te un’acqua che toglie la sete in eterno. Il cristianesimo, compreso bene, non è una religione. Tantomeno un potere che si impone nella politica, nell’economia, o nella cultura... Il Cristianesimo è acqua che disseta, acqua che zampilla per la vita eterna: nel deserto della vita, davanti al mistero della croce – una croce che non è un’invenzione cristiana, ma il pane amaro che segna il nostro cammino, o troviamo una risposta o ne restiamo schiacciati. “Signore, dammi quest’acqua”, esclama la samaritana, una risposta che è anche nostra oggi. È il dono dello Spirito Santo, frutto della Pasqua, che sazia infinitamente il cuore dell’uomo e lo lancia nella missione: “Levate i vostri occhi e guardate i campi”. Come non dare la vita per portare quest’acqua fino agli estremi confini della terra?




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá