HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2014-04-01 15:05:47
A+ A- Stampa articolo



Nigeria: Amnesty denuncia crimini di guerra e contro l'umanità nel Nordest del Paese



Amnesty International denuncia, in un suo rapporto, l’aumento della violenza nel Nordest della Nigeria, dove nei primi mesi del 2014 sono state uccise almeno 1500 persone, oltre la metà della quale civili, a causa dell’aumento degli attacchi del gruppo armato islamista "Boko haram" e delle rappresaglie incontrollate delle forze di sicurezza del Paese. Veronica Giacometti ha raccolto il commento di Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia:RealAudioMP3

R. – E’ un numero che ci dice con, estrema chiarezza, che nel Nordest della Nigeria è in corso quello che il diritto chiama un conflitto non internazionale tra due parti, che sono il gruppo armato islamista "Boko Haram", e le forze di sicurezza della Nigeria. Abbiamo denunce e testimonianze riguardanti crimini di guerra e crimini contro l’umanità, commessi nel contesto di questo conflitto, in cui la popolazione civile è terrorizzata e si trova tra l’incudine e il martello, al centro di uno scontro sempre più feroce fatto di atti di violenza inauditi e di rappresaglie indiscriminate.

D. – Quale potrebbe essere la strada da seguire per porre fine a questo ciclo di violenze?

R. – Paradossalmente, il governo centrale nigeriano solo poche settimane fa aveva detto che la guerra contro "Boko Haram" era terminata. E’ difficile credere a questa situazione, vedendola sul campo. Quello che dev’essere fatto e che Amnesty International ha sollecitato con la diffusione di questo rapporto, è che il problema diventi internazionale, ovvero l’Unione Africana e le Nazioni Unite devono agire sul governo nigeriano affinché capisca che questa tattica del terrore non può funzionare ed è soltanto un bacino di coltura per nuovi adepti di "Boko Haram"; occorre che la popolazione civile non abbia più alcun motivo di rancore che la porti a simpatizzare per questi terroristi; occorre indagare su tutte le denunce di crimini di guerra e di crimini contro l’umanità. Se il governo nigeriano non ce la fa, è bene che ci sia un aiuto internazionale nell’assicurare giustizia. Certamente, è singolare che la Nigeria sta per assumere, questo mese, la presidenza del Consiglio per la pace e la sicurezza dell’Unione Africana... questo raggruppamento regionale dovrebbe chiedersi se la Nigeria è all’altezza di poter assumere questo incarico.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá