HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2014-05-02 15:06:38
A+ A- Stampa articolo



Ue, elezioni. Appello della Comunità di vita cristiana: politica punti sulla solidarietà



Globalizzazione, ambiente, migrazioni, solidarietà: sono i quattro temi principali della Lettera aperta indirizzata ai parlamentari europei dalla "Comunità di vita cristiana", organismo internazionale che si ispira a Sant’Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù, ed è presente in 60 Paesi del mondo. Nella missiva – redatta in vista delle elezioni europee di fine maggio – si affrontano innanzitutto i rapporti tra globalizzazione e povertà, evidenziando come l’Europa abbia “il dovere morale” di combattere la crisi economica attuale e “rafforzare la società civile, soprattutto riguardo alla solidarietà e alla lotta contro la povertà”. Fondamentale, ribadisce l’Associazione, promuovere anche una riforma del sistema finanziario, concentrare le politiche monetarie nella lotta alla disoccupazione e sradicare l’evasione fiscale. Riguardo alla salvaguardia del Creato, invece, la Comunità di vita cristiana chiede sia garantita la sicurezza alimentare e idrica alle popolazioni e che siano migliorate le condizioni di vita nei contesti urbani, combattendo “il degrado ambientale” tramite “l’educazione”. Altro tema cruciale affrontato dalla lettera è quello delle migrazioni forzate: in particolare, l’organismo di spiritualità ignaziana ribadisce che “l’Europa necessita di regole chiare”, affinché si garantisca che i migranti non vengano respinti nei Paesi in cui sono soggetti a detenzione. Fondamentale, inoltre “stabilire chi è responsabile” del salvataggio dei barconi di migranti, così come identificare questi ultimi e fornire loro assistenza. In questo contesto, un paragrafo a parte viene dedicato ai rifugiati siriani: “Ci appelliamo ai politici dell’Unione Europea – si legge ancora nella lettera – affinché si stabilisca un programma congiunto per i rifugiati e sfollati siriani, così da facilitare i ricongiungimenti familiari”. Infine, la Comunità di vita cristiana ricorda due parole chiave dell’Ue, ovvero “solidarietà e diversità”: “La pace e la prosperità – scrivono gli autori della missiva – risiedono nella comprensione delle altre diverse culture e tradizioni” e in quest’ottica la Comunità di vita cristiana chiede di vigilare affinché il fondo di solidarietà europeo arrivi alle popolazioni che ne hanno realmente bisogno. “Crediamo – conclude la lettera - che quando il motto “Solidarietà e diversità” verrà messo realmente in pratica, gli europei inizieranno a formare un’Europa composta da diversi individui che vivono in pace, insieme, in solidarietà ed unità”. (I.P.)




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá