HomeRadio Vaticana
foto testata   
altre lingue  

Home > Cultura e Società > notizia del 2014-05-11 15:35:58
A+ A- Stampa articolo



Le omelie da S. Marta al Salone del Libro. P. Lombardi: Papa Francesco è un innovatore della comunicazione



Al Salone del Libro di Torino - nell’ambito del Convegno sul tema "La rivoluzione di Francesco nella comunicazione globale" - è stato presentato il libro "La verità è un incontro. Omelie da Santa Marta". Il libro, edito dalla Rizzoli, raccoglie i servizi realizzati dalla nostra emittente sulle omelie mattutine di Papa Francesco. Hanno partecipato all'evento il direttore della Sala Stampa vaticana padre Federico Lombardi, il filosofo Giovanni Reale, il critico televisivo Aldo Grasso e il direttore di “Civiltà Cattolica” padre Antonio Spadaro, curatore dell’opera. Il nostro inviato a Torino, Mario Galgano, ha chiesto a padre Federico Lombardi di soffermarsi sul libro e sullo stile comunicativo di Papa Francesco:RealAudioMP3

R. – Il libro raccoglie tutte le omelie del primo anno di Pontificato di Papa Francesco, le omelie da Santa Marta: nel senso che da Santa Marta parla alla Chiesa e parla a tutti coloro che vogliono ascoltare. Il libro raccoglie il modo in cui queste omelie sono state presentate sulla Radio Vaticana: quindi è il modo più fedele per rivivere, riascoltare le omelie del Papa. Naturalmente nella riflessione che si è fatta questa mattina, a partire da questo - che è un momento fondamentale del modo in cui il Papa si esprime, all’origine di ogni giorno e in una esperienza ecclesiale fondante, come quella dell’Eucaristia - si allarga il discorso sulla comunicazione e sul modo in cui Papa Francesco, in qualche modo, innova nella comunicazione della Chiesa e io direi anche in quella mondiale. E’ stato messo abbondantemente in rilievo come il suo modo di essere, di gestire e di parlare è estremamente efficace in un mondo che sta passando dalla comunicazione di massa alla comunicazione più interattiva, quella dei social media, quella delle Rete. Il modo di essere di Papa Francesco, che vive cercando l’incontro con le persone, è assolutamente coerente con la logica di questo tipo di comunicazione che si sta sviluppando. Egli ci guida, in un certo senso è un leader della comunicazione umana, ecclesiale e della fede nel tempo della Rete, in cui si condivide una esperienza, più che trasmettere dei contenuti in una forma più impersonale. Ecco, questo direi che è un po’ il senso di questo incontro. Il contribuito del prof. Reale è stato molto interessante, anche nel far vedere la vis philosophica, la forza di pensiero, anche filosofico, di Papa Francesco. Lo ha messo molto in rapporto con Kierkegaard, che è appunto un filosofo esistenzialista, in cui l’esistenza ha un ruolo fondamentale nella riflessione e in ciò che di essa si comunica.

D. – Papa Francesco personalmente non ha partecipato a questo Salone internazionale, eppure è molto presente attraverso tanti libri. Come ci si può avvicinare a Papa Francesco con un libro?

R. – Io credo che lui ci abbia dato la sua Evangelii Gaudium, la sua Esortazione Apostolica, che in realtà è un libro, perché è molto ampia; è un libro molto partecipato: uno vi legge la sua personalità e vi legge anche un po’ l’impostazione programmatica, se vogliamo dire, del suo Pontificato. Come giustamente ha messo in rilievo padre Antonio Spadaro, tutto ciò che scrive il Papa è aperto: non si tratta di un documento che cerchi di concludere un discorso, ma sempre un documento che cerca di aprire un discorso. Qui apre la Chiesa alla missionarietà, all’annuncio del Vangelo nel mondo di oggi.




Condividi






Chi siamo Schedule Contatti Produzioni RV Links Elettrosmog Museo RV Altre lingue Santa Sede SCV Cerimonie
All the contents on this site are copyrighted ©. Webmaster / Credits / Note Legali / Per la pubblicitá